Serie D: “manita” del Messina, Gelbison asfaltata

MESSINA - Il Messina archivia la pratica Gelbison con una "manita". Giallorossi in giornata di grazia trascinati dalle doppiette di Rosafio e Yeboah. I peloritani leggittimano il risultato con un gioco vivace che produce molte azioni. Continua la rincorsa play off da parte dei siciliani. Il Messina parte con il piede sull'acceleratore. Al 3' Rosafio scappa via sulla destra e serve Yeboah. Ma l'attaccante ghanese da due passi spedisce incredibilmente sopra la traversa. La Gelbison risponde sette minuti dopo su calcio piazzato con il tiro di Uliano e la respinta plastica di Meo. Insistono gli ospiti al 28' con Cammarota che prova il "jolly" dalla lunga distanza, ma la sua conclusione termina alta. Poco dopo il Messina si fa trovare impreparato dopo un rilancio. Ma è bravo Meo in uscita a salvare su De Luca. I peloritani non si lasciano intimorire e reagiscono con l'ispirato Rosafio che rientra sul piede nobile ma conclude centrale. Al 35' il Messina va a un soffio dal vantaggio. Bossa imbuca per Yeboah che conclude di prima intenzione. Ma tra i peloritani e il vantaggio si mette in mezzo la traversa. Tre minuti dopo il Messina trova la rete. Bossa serve in profondità Rosafio che si invola e con il piatto destro insacca sotto le gambe del portiere. Al 41' i padroni di casa raddoppiano. Rosafio trova un corridoio che taglia in due la difesa campana. Tra le linee si inserisce Yeboah che con una finta ubriaca il portiere e insacca facilmente. Al tramonto della prima frazione i giallorossi calano il tris con Rosafio che salta il portiere e appoggia in rete dopo l'assist di Ragosta. Nella ripresa non cambia il copione del match. Al 53' su un tiro di Ragosta sporcato da un difensore è lesto Yeboah a ribattere a rete. L'attaccante ghanese non esulta in quanto ex della Gelbison. Al 63' gli ospiti vanno a un passo dal gol della bandiera. Ma Uliano arriva in ritardo su un possibile tap-in a porta spalancata. Al 85' il Messina trova il quinto gol con Mascari.

Pagine