Tenta suicidio ma prima chiama il 112: salvato e poi in Tso

CATANIA - I carabinieri a Catania hanno salvato dal suicidio un giovane che si voleva buttare in mare per motivi di natura economica e perché in totale disaccordo con i genitori. Il giovane, che ha chiesto aiuto al 112 dicendo che stava andando sulla scogliera, è stato nel frattempo localizzato dall’equipaggio di due "gazzelle" vicino la Stazione Ferroviaria Centrale in Piazza Giovanni XXIII. Mentre parlava ancora al telefono con l’operatore del 112 è stato raggiunto prima che potesse lanciarsi e bloccato dai militari, che hanno approfittato di un suo momento di distrazione. Sul posto era giunta anche una motovedetta della Guardia Costiera. Soccorso da un ambulanza del 118, è stato trasportato nell’Ospedale Garibaldi Centro, dove sono state avviate tutte le procedure per il trattamento sanitario obbligatorio.

Pagine