Rilasciato dai maltesi il peschereccio di Mazara del Vallo "Matteo Mazzarino"

E’ stato rilasciato oggi dalle autorità maltesi il peschereccio mazarese "Matteo Mazzarino», fermato domenica scorsa nel porto di La Valletta dove era entrato per svolgere operazioni di bunckeraggio. La notizia è stata diffusa dall’armatore Vito Rando Mazzarino che dichiara anche di non avere pagato alcun riscatto ma che le trattative per il rilascio sono state lunghe e articolate. «Incomprensibilmente - dice Mazzarino - le autorità marittime di Malta hanno deciso di trattenere in porto il motopesca con sette uomini di equipaggio e il comandante Alberto Figuccia». Della vicenda l’armatore ha parlato col presidente del Distretto della pesca Giovanni Tumbiolo che nell’informare l’assessore regionale all’Agricoltura e pesca Antonello Cracolici ha attivato - dice «le istituzioni, tra cui l'ambasciatore d’Italia a Malta Giovanni Umberto De Vito, il comando generale delle Capitanerie di porto, il direttore generale della Pesca del ministero Riccardo Rigillo e il direttore regionale Dario Cartabellotta».

Pagine