Serie C, l'Akragas resta a galla: pari con la Casertana

AKRAGAS - CASERTANA 1 - 1  AKRAGAS: Vono, Scrugli, Danese, Pisani, Saitta (dal 46’ Pastore), Zibert, Carrotta, Mileto, Bramati (dal 46’ Sanseverino), Camara (dal 77’ Navas), Moreo (dal 46’ Dammacco). All.: Di Napoli. A disp.: Lo Monaco, Raucci, Petrucci, Ioio, Gjuci, Canale, Minacori, Caternicchia CASERTANA: Forte, Lorenzini, Rainone, Polak (dal 57’ De Vena), Pinna (dal 68’ Meola), De Rose, D’Anna, Turchetta, Padovan, Carriero (dal 78’ Alfageme), De Marco (dal 57’ Romano). All.: D’Angelo. A disp.: Cardelli, Gragnaniello, Finizio, Forte, Rajcic, Cigliano, Santoro, Tripicchio. ARBITRO: Vigile di Cosenza (ass.: Polo Grillo e Carpi Melchiorre) MARCATORI: 25’ Turchetta ( C ), 46’ Dammacco (A). NOTE: angoli 1 a 5. Ammoniti Scrugli, Zibert (A); De Rose, D’Anna, Pinna ( C ) ; Espulso Pisani; recupero 1 + 3. SIRACUSA. Un punto, il primo del 2018, che muove (poco) la classifica ma che comunque dà fiducia perché l’Akragas in campo con quasi tutti i nuovi arrivati ha dato l’impressione di potersela giocare. Di sicuro se l’è giocata con la Casertana almeno fino a quando è rimasta in 11 uomini. Poi negli ultimi venti minuti, dopo il rosso a Pisani, c’è stata sì sofferenza ma senza mai perdere la testa. Ottimo l’esordio di Dammacco che ha battezzato con un gol la sua prima partita, bene Pastore e Sanseverino, da rivedere Camara. Di Napoli all’inizio comunque, dei nuovi arrivati, mette dentro i soli Zibert e Camara, lasciando in panchina Sanseverino, Raucci, Pastore e Dammacco, schierando il 3 5 2 che è il suo marchio di fabbrica. Come annunciato il capitano è Alessandro Vono. Il primo tempo è, per i biancazzurri, deludente, al di là del risultato. Perché l’Akragas non arriva mai al tiro, mentre la Casertana sfiora più volte il 2 a 0. Una inconsistenza che convince Di Napoli a rivoluzionare la squadra nella ripresa e a mettere dentro i nuovi Pastore, Sanseverino e Dammacco. Ed è quest’ultimo che dopo 45 secondi, al primo pallone che tocca nella sua nuova avventura in biancazzurro, segna il pari. Zibert gli offre un assist che deve solo appoggiare in rete. Da qui in avanti la partita è molto più equilibrata con l’Akragas in campo con un tasso tecnico pari a quello degli avversari. I biancazzurri se la giocano fino alla mezz’ora quando Pisani è costretto ad atterrare Padovan che si stava involando da solo verso Vono. Pastore e Scrugli scalano sulla linea dei difensori e Mileto e Danese fanno i centrali. Entra Navas che tiene anche il centrocampo a quattro ed esce Camara (non brillantissimo). La Casertana prova il forcing ma l’Akragas si è difesa bene e con ordine con l’unica pecca di avere sprecato un paio di ripartenze. La salvezza resta lontana, ma se si riuscirà a tornare a giocare all’Esseneto, la ruota potrebbe girare dalla parte dei biancazzurri. LE AZIONI SALIENTI Al 4’ Zibert prova dal limite col in pallone che finisce di poco al lato. Al 14’ pericolosissima la Casertana: Padovan tira in diagonale, da un angolo impossibile, e coglie il palo grazie anche ad una deviazione di Vono. Al 24’ Turchetta vince un contrasto con Mileto e il suo diagonale è preciso. Uno a zero. Al 37’ D’Anna sbaglia clamorosamente lo 0 a 2: Turchetta mette un mezzo e il centrocampista casertano da un metro riesce a mettere alto. Era più facile segnare che sbagliare. Al 40’ miracolo di Vono su Turchetta lanciato a rete. Al 46’ Dammacco pareggia: Zibert si invola sulla fascia destra e offre un assist al bacio a Dammacco che non sbaglia. Al 74’ Espulso Pisani: Padovan si invola da solo verso Vono e Pisani non può far altro che falciarlo. E’ solo punizione dal limite ma Akragas in dieci uomini. Al 89’ De Vena tira rasoterra dal limite, pallone fuori di poco, ma Vono controlla. Al 90’ mischia furibonda dentro l’area piccola dell’Akragas, ma il pallone finisce a lato.

Pagine